Archivi

Aprile 2011

CONTEMPLARE GESÙ IN CROCE

Gesù, sei lì immobile sulla tua croce.
Sei riuscito a morire ad ogni attività
E ora stai abbracciando questi legni incrociati.
Eppure la vita ancora circola nel tuo corpo.
Su via, muori, carne mortale, e cresca la tua eternità!

Ora la vita fugge, abbandonando le membra ad una ad una,
solo il cuore batte ancora.
Cuore immenso, traboccante, pesante, come il mondo.

Signore, ancora uno sforzo.
L’Umanità sta attendendo il grido del suo Salvatore.
I tuoi fratelli sono là, han bisogno di Te.
Il Padre Tuo si china, e già tende le bracciaSignore, salvaci!

Guardate!
Ha raccolto quanto gli rimaneva di vita;
ha preso il suo Cuore pesante,
e lentamente, penosamente,
solo tra cielo e terra,
nella notte atroce,
folle di amore
ha fatto salire la sua vita, ha fatto salire il peccato del mondo
fin sull’estremità delle sue labbra
e in un grido ha donato TUTTO:
“Padre, nelle tue mani abbandono il mio Spirito!”.

Il Cristo è morto ora per noi.

Signore, aiutami a morire per Te,
aiutami a morire per tutti.

(Michel Quoist)