Archivi

Settembre 2010

IL SALUTO DI DON BENEDETTO

“Io ritenni di non sapere altro in mezzo a voi se non Gesù Cristo e questi Crocifisso” (1 Cor. 2,2)

Carissimi Parrocchiani di Colognola,
Il 25 settembre di 5 anni fa iniziavo il mio servizio sacerdotale tra voi. Ora sono a salutarvi perché è giunto per me il tempo del pensionamento (un po’ in anticipo, per motivi di salute).
Premetto che il Prete è sempre Prete, anche quando va in pensione. Dunque eserciterò il mio ministero sacerdotale a Bergamo, a Prato, ovunque sarò chiamato, nei limiti del possibile e salute permettando. La residenza però sarà sempre Stezzano.

RINGRAZIO

Nel lasciare Colognola una sola parola: Grazie!
Grazie a tutti per quello che siete stati per me e per l’immeritato bene che mi avete voluto.
In particolare: Grazie al Parroco e ai Curati per la fiducia che mi è stata data e con i quali volentieri ho collaborato nel servizio della comunità parrocchiale.
Grazie alle Suore Sacramentine: la loro numerosa presenza è scuola di vita, nella quale si impara a vivere alla presenza del Signore e a morire nel Signore. La loro Comunità in Colognola è fonte di grazie e di benedizione per tutti.
Grazie alle signore della S. Vincenzo: ho condiviso e apprezzato il loro umile, generoso, rispettoso e discreto servizio della carità verso i fratelli più poveri.
Grazie a tutti per l’amicizia e la fraternità offertami.
Grazie soprattutto a Dio per avervi incontrati, per tutto quello che è stato, per tutto quello che sarà: tutto infatti è dono e grazia su grazia!

AUGURO

Vi auguro di trovare: nella Chiesa (Papa, Vescovi, Sacerdoti) la paternità e la maternità di Dio;
nell’Eucaristia il vero Corpo di Cristo nato da Maria Vergine;
in Maria la guida, la maestra, la madre che facilita il nostro incontro con Gesù.
Sentiamoci perciò sempre uniti nell’ascolto della Parola, nella Cena del Signore, nella preghiera perseverante e fiduciosa.
Lasciate che ancora una volta vi ripeta: “Siate pronti a rispondere a chiunque vi domandi ragione della speranza che è in voi” (1 Pietro 3,15).

SALUTO

Un saluto ai Chierichetti, al Consiglio Pastorale Parrocchiale, ai membri dei Gruppi ecclesiali, ai volontari della Parrocchia e dell’Oratorio: mi sento un vostro beneficato. Un saluto ai Missionari, ai Sacerdoti, ai Religiosi e Religiose nativi di Colognola: ogni incontro con loro è stato per me motivo di gioia e di speranza.

CONGEDO

Carissimi, porto nel cuore  i vostri volti, le vostre ansie e speranze … con tanti ricordi belli. Non vi dimenticherò! Però possiamo continuare insieme a pregare gli uni per gli altri e a volerci bene.
Abbiate per me uno sguardo al Tabernacolo e alla Madonna Madre della Chiesa. Io avrò per voi un ricordo quotidiano nella celebrazione eucaristica.
Chiedo sinceramente perdono  per le mie mancanze e a tutti dico: Arrivederci, dove, quando, come la Provvidenza lo disporrà.
Saluto e benedico tutti: il mio saluto sia sempre espressione di una particolare cordialità; la mia benedizione sacerdotale sia segno di una vera e profonda comunione fraterna.

Don BENEDETTO MANZONI